Sfoglia l’ultimo numero

sfoglia l'ultimo numero online della rivista Mete d'Italia o del mondo cliccando qui

Sfoglia l'ultimo numero online!

Gli arretrati

sfoglia o richiedi gli arretrati di Mete Magazine

Sfoglia o richiedi gli arretrati

Archivi

Giovane e dinamica azienda di Montepulciano, Metinella

1 Az.Vinicola MetinellaVini unici per celebrare la magia di un territorio

L’azienda vinicola Metinella di Montepulciano (SI) in Toscana, si trova nel cuore di una delle regioni vitivinicole più importanti e conosciute d’Italia, in una terra dalla bellezza unica dove storia, arte e natura si intrecciano con armonia e vivacità. Vocazione dell’azienda è creare vini di qualità, ad iniziare dal celeberrimo Nobile di Montepulciano, a cui è riservata la maggior parte della produzione. Per realizzarli, si utilizzano uve proprie, nobili e tradizionali, coltivate sui  fianchi delle colline che degradano dolcemente in Valdichiana.

Di proprietà dell’imprenditore bresciano Stefano Sorlini, Metinella nasce sul finire del 2015 dalla fusione di due aziende ubicate nel cuore del comprensorio votato ai vigneti del Nobile. Leggi il resto di questo articolo »

Print Friendly

A Firenze, il genio di Elisabetta Sirani, pittrice bolognese, morta a 27 anni.

IMG_5506La mostra è dedicata all’affascinante personalità artistica della pittrice bolognese Elisabetta Sirani, celebre per una stupefacente produttività e una prodigiosa velocità esecutiva che si traducevano in una “facilità” e sicurezza della mano ugualmente riscontrabile nei dipinti, nei disegni e nelle incisioni. A dire il vero la pittrice era famosa anche per la sua bellezza che i contemporanei consideravano rappresentasse bene le qualità della sua arte.

Attraverso una selezione di 33 opere provenienti da raccolte italiane pubbliche e private, ad eccezione dell’Autoritratto come Allegoria della Pittura del Museo Pushkin di Mosca, la sua abilità e sensibilità possono essere a pieno apprezzate nella mostra allestita presso la Galleria degli Uffizi. Leggi il resto di questo articolo »

Print Friendly

Unione Ristoranti Buon Ricordo

Il Presidente Cesare CarboneCesare Carbone del Ristorante Manuelina di Recco è il nuovo Presidente dell’Unione Ristoranti Buon Ricordo.

Per la prima volta, eletta alla vice presidenza una donna, Giovanna Guidetti dell’Osteria La Fefa di Finale Emilia.

Cesare Carbone, 43 anni, del Ristorante Manuelina di Recco (Ge) è il nuovo Presidente dell’Unione Ristoranti Buon Ricordo. Ad affiancarlo, nei prossimi 3 anni, sarà il Consiglio Direttivo composta da Vincenzo Barbieri del Ristorante Barbieri di Altomonte (CS), Carlo Bianconi del Ristorante Granaro del Monte di Norcia (PG), Giorgio Borin del Ristorante La Montanella di Arquà Petrarca (PD), Sergio Carboni della Locanda Degli Artisti di Cappella de’ Picenardi (CR), Domenico De Gregorio del Ristorante Lo Stuzzichino di Sant’Agata sui Due Golfi (NA), Genuino Del Duca del Ristorante Enoteca Del Duca di Volterra (PI), Franco Marini del Ristorante Là di Moret di Udine (UD) e Massimiliano Masuelli della Trattoria Masuelli S. Marco di Milano (MI). Per la prima volta nella sua storia, il Buon Ricordo ha alla vice presidenza una donna, Giovanna Guidetti dell’Osteria La Fefa di Finale Emilia (MO). Come Segretario generale operativo è stato scelto dal Presidente Luciano Spigaroli del Ristorante Al Cavallino Bianco di Polesine Zibello (PR). Leggi il resto di questo articolo »

Print Friendly

I nuovi voli della compagnia svizzera Skywork Airlines

Il nuovo collegamento aereo da Berna all’aeroporto di Grosseto, grazie alla Compagnia Svizzera Skywork Airline. Lo Stato Maggiore dell’Aereonautica Italiana pochi giorni fa, infatti, ha autorizzato il via libera al volo di linea.

Dal 12 maggio al 10 ottobre 2018, l’aeroporto militare diventerà anche turistico in via sperimentale. Questo permetterà sia di stabilizzare i flussi turistici dalla Svizzera sia attrarne di nuovi, incrementando il turismo soprattutto nella zona della costa toscana adiacente l’aeroporto stesso.

Questa importante decisione, inoltre, consentirà di aumentare non solo il turismo elvetico, ma anche quello di altre città europee come Jersey, London City, Amsterdam, Amburgo, Berlino e Monaco, che potranno raggiungere Berna e da lì eventualmente proseguire per Grosseto.

Print Friendly

Constance Hotels & Resorts

moofushi-maldives-u-spa-4NUOVI TRATTAMENTI BENESSERE ALLA U SPA

Con il Signature Spa Treatment, ogni resort a Mauritius, alle Seychelles e alle Maldive

ha il suo trattamento unico e distintivo, realizzato con prodotti naturali locali

Novità in ambito wellness per il gruppo Constance Hotels & Resorts. Da oggi ogni proprietà nell’Oceano Indiano può contare su un Signature Spa Treatment, disponibile esclusivamente alla U Spa by Constance e diverso in ogni resort. I terapisti, insieme al Dr Chase Webber, Corporate Spa Manager del gruppo, hanno ideato questi trattamenti pensando alle peculiarità dei luoghi in cui sorgono gli hotel, con l’obiettivo di creare una forte connessione con la natura e mostrare l’anima True by Nature di ogni singola proprietà. Durante l’anno il Signature Treatment può cambiare in funzione delle stagioni e della conseguente disponibilità degli ingredienti, ad esempio la papaya d’estate e il cocco d’inverno. Leggi il resto di questo articolo »

Print Friendly

Manet e Massimiliano

e.-manet.-esecuzione-di-massimiliano.-1867-88Dopo le celebrazioni dei 150 anni dalla morte di Massimiliano d’Asburgo, Miramare propone un percorso multimediale, allestito negli spazi delle Scuderie del Castello, per dar vita all’incontro impossibile tra l’imperatore del Messico, fucilato il 19 giugno 1867, ed Edouard Manet, il grande pittore francese che, indignato dalla vicenda, denunciò con la sua pittura le responsabilità dell’imperialismo francese.

Il sorprendente itinerario – promosso dal Museo storico e il Parco del Castello di Miramare e prodotto da Civita Tre Venezie e Villaggio Globale International – trasporterà migliaia di visitatori all’interno di questa storia, dentro i luoghi che l’hanno scandita, da Miramare al Messico a Parigi, grazie a una dimensione di suoni, proiezioni e ambienti ricreati. Sarà  inoltre valorizzato anche il contesto di Miramare richiamato attraverso testimonianze quali lettere, libri, documenti e dipinti. Leggi il resto di questo articolo »

Print Friendly

Una Mostra di raffinata qualità a Milano: i “Tarocchi del Mantegna”

02L’esposizione propone 28 dei 31 fogli, giunti in Ambrosiana forse già  con il nucleo di opere di Federico Borromeo, della più antica e celebre serie a stampa realizzata in Italia Settentrionale nella seconda metà  del Quattrocento, ma anche la più misteriosa, per ciò che attiene al possibile autore, luogo di produzione e scopo di realizzazione.

I cosiddetti ‘Tarocchi del Mantegna’ sono composti da 50 stampe incise a bulino, di altissima qualità, caratterizzate da un tratto molto sottile, grande dovizia di particolari, un raffinato sistema di tratteggio incrociato per le ombreggiature, divise in cinque serie di 10 elementi ciascuna, che raffigurano nell’insieme l’uomo come microcosmo e l’universo come macrocosmo. Il fatto che queste incisioni siano per la maggior parte conservate in esemplari sciolti, il formato della stampa simile a quello delle carte da gioco e alcuni soggetti, hanno in passato indotto erroneamente la critica a ritenere che si potesse trattare di un insolito mazzo di tarocchi. Leggi il resto di questo articolo »

Print Friendly

Tra Sette e Ottocento a Bologna: Creti, Canova, Hayez

mime-attachmentCon la mostra ‘Creti, Canova, Hayez. La nascita del gusto moderno tra ‘700 e ‘800’ nelle Collezioni Comunali d’Arte, il museo civico bolognese, situato al secondo piano di Palazzo d’Accursio,  presenta un percorso di visita ridefinito in concomitanza con gli interventi di ripristino di una parte della copertura dell’edificio avviati lo scorso novembre, il cui completamento è previsto entro luglio 2019. Durante il periodo di attività  del cantiere, si rende necessario il disallestimento di alcune sale del percorso espositivo per consentire la messa in sicurezza dei soffitti, secondo un criterio di rotazione in base al piano dei lavori programmato su varie aree della copertura del corpo di fabbrica prospiciente Piazza del Nettuno. Il progetto di questa mostra origina dunque dalla volontà  di continuare a garantire la fruizione al pubblico della collezione permanente, ricollocandola in altre sale di pertinenza del museo e presentandola in allestimenti dalla prospettiva rinnovata.  Leggi il resto di questo articolo »

Print Friendly

È Primavera: spuntano Mostre, Musei, Restauri….una fioritura dell’Arte e della Cultura

76691-Pace_Francia_pnbo_1_GIAN LUIGI ZUCCHINI   –   Mostre, musei, grandi restauri…Fervori ed entusiasmi per i beni culturali, attenzioni e rinnovate sensibilità sensibilità, qualche dinamismo ministeriale, piccole ma intelligenti soluzioni, ecc. Tutto questo ha avuto ed ha una bella ricaduta sul turismo, e quanto si muove al seguito. Tante le iniziative, alcune di modeste proporzioni, altre più importanti e significative. Tutto concorre però a migliorare sempre più la situazione. In particolare, più turismo, più soldi; più soldi, maggiori possibilità di interventi sul bene pubblico e la cultura. Ecco alcuni esempi, relativi ad eventi di recentissima realizzazione.

A Spello, in Umbria, apre il nuovo, importante museo archeologico relativo agli scavi effettuati in questi ultimi anni sulla Hispellum romana, di cui si aveva notizia da tempo e che i lavori, iniziati tempo fa intorno alla porta romana unica rimasta dell’epoca, hanno portato alla luce parte della città da secoli interrata ed i resti ben conservati di una splendida villa romana, con stupendi. pavimenti a mosaico ancora pressoché intatti. Il nuovo museo, che offre uno spaccato di storia antica su una località ancora di struttura medioevale, è situato in via Paolino Schicchi Fagotti, 7, con apertura dal martedì a domenica, ore 10-13/14,30-17 (tel. 0742302239). Leggi il resto di questo articolo »

Print Friendly

Butterfly ritrovata nella mostra bolognese sul Giappone

Cover_Mostra_GiapponeGIAN LUIGI ZUCCHINI   –   Già il 12 febbraio 2018 si dava notizia, su questa rivista Mete, della mostra che da pochi giorni è aperta a Bologna, e che presenta oltre 200 opere di arte dei più importanti pittori giapponesi del Sette-Ottocento, fino ai primi del Novecento (Hisoshige, Utamaro, Hokusai, Kuniyoshi, ecc.). Diamo ora ulteriori indicazioni e spunti critici.

Storie d’amore e di guerra è il titolo della mostra, ma in questo ambito troviamo la vita nella sua interezza: e quindi sfilate di kimono artisticamente dipinti con pompose obi (cioè una specie di cintura o lunga stola di seta ricamata), cortigiane con volti da sfinge, zoccoli ai piedi per alzare la statura, voluminose pettinature con spilloni giganteschi, parure per toeletta: un portapennello con calamaio portatile, un suzuri-boko (scatola di scrittura), uno specchio, un ventaglio. Sembra un po’ l’elenco che Butterfly fa a Pinkerton, presentandogli gli oggetti del suo ‘boutiques’. Non mancano i Netsuké e gli Ottoké, piccole statuette di figura umana. “Quei pupazzi!” esclama vedendoli il maleducato e cinico Pinkerton. “Son l’anime degli avi” risponde Butterfly molto risentita. Leggi il resto di questo articolo »

Print Friendly