Guida alle immersioni nel Mar Rosso Egiziano

Subacquea donna e barriera corallina2Il Mar Rosso è una delle mete più rinomate al mondo per l’attività subacquea ed ha fama di essere una delle sette meraviglie del mondo sottomarino.

Uno dei primi sub ad immergersi nel Mar Rosso egiziano è stato, nel 1951, Jacques Costeau, le cui avventure sono raccontate nel suo libro Il mondo del silenzio. Costeau è stato un esploratore, fotografo, regista e ricercatore che ha studiato il mare e la vita marina. Le isole Brothers, presso cui Costeau si immergeva, sono celebri per il raro corallo nero, ben due relitti e i frequenti avvistamenti di squali martello. Oggi sono centinaia i siti di immersione nel Mar Rosso egiziano e i turisti arrivano qui da tutto il mondo per visitarli.

Ecco allora una guida ai migliori siti per attività subacquea in Egitto, celebri per l’eccezionale visibilità, la piacevole temperatura dell’acqua e l’incredibile varietà di vita sottomarina:

  • Ras Mohamed National Park: Shark Reef

Il Ras Mohamed National Park è situato a circa 12 km dalla famosa località turistica di Sharm el Sheikh. Tra i siti più apprezzati di questo parco ci sono Shark Reef e Yolanda Reef, che offrono ai sub la possibilità esclusiva di osservare tutte le specie di pesci che abitano il Mar Rosso in un unico luogo.

  • Straits of Tiran: Jackson Reef (Sharm el Sheikh)

Grazie alle forti correnti e all’abbondanza di sostanze nutritive, il corallo di Jackson Reef non è solo incantevole ma attira anche una grande varietà di pesci di medie dimensioni tra cui squali martello, squali grigi e squali chitarra.

  • Thistlegorm (Sharm el Sheikh)

Molti ritengono che Thistlegorm sia il relitto più famoso del mondo. Affondò nel 1941, dopo essere stato attaccato durante il viaggio da Glasgow ad Alessandria. Il contenuto della nave, che includeva moto, camion e veicoli blindati, giace sul fondo dell’oceano insieme al relitto, che presenta il foro provocato da una bomba tedesca. Utilizzando le torce per guardare all’interno del relitto, i sub possono avere la fortuna di avvistare anche il raro pesce coccodrillo.

  • Brother Islands (solo safari in barca) Quseir

Per visitare queste isole spettacolari e seguire le orme di Jacques Costeau, è necessario partecipare a un safari in barca. Sia il Big Brother sia il Little Brother vantano meravigliosi coralli e le acque cristalline fanno di queste isole un paradiso per gli appassionati di fotografia subacquea. I due relitti che giacciono qui, l’Aida e la Numidia, offrono uno spettacolo indimenticabile.

5. Elphinstone (Marsa Alam)

Elphinstone, uno dei siti di immersione più famosi d’Egitto, offre ai sub la possibilità di nuotare insieme agli squali martello e agli squali dalla pinna bianca mentre ammirano la vasta ricchezza di coralli. I più fortunati riescono persino ad avvistare squali tigre e delfini, rendendo quest’esperienza ancora più unica.

6. Abu Dabbab (Marsa Alam)

Per gli appassionati di tartarughe di mare, Abu Dabbab è una località da sogno. Qui si hanno più probabilità di vedere tartarughe di mare e dugonghi che in qualsiasi altro sito di immersione al mondo. Ad Abu Dabbab vivono due dugonghi, che ricevono un’attenzione tutta particolare motivata dal fatto di essere a rischio di estinzione.

7. Deadalus (solo barche safari) Marsa Alam

La nota più affascinante di Deadalus è il faro che gli ospiti che arrivano dal mare possono visitare. Si tratta di un’immersione profonda che attira squali martello e squali volpe e un pinnacolo ricoperto di corallo incontaminato.

8. Dolphins House Marsa Alam

Al largo della costa di Marsa Alam, appena al di là della barriera corallina, vive un branco di stenelle dal lungo rostro. I visitatori possono immergersi o persino fare snorkeling con questi cetacei incredibilmente creativi e curiosi. Sebbene non ci siano garanzie di vederli, i fortunati vorranno tornare per una seconda visita.

9. Carnatic Wreck

Il Carnatic è uno dei più antichi relitti del Mar Rosso, conosciuto da molti come il ‘relitto del vino’ dal momento che trasportava centinaia di casse di vino. Alcune bottiglie giacciono ancora intatte sul fondo del mare.

10. Gifun Isl. Hurghada

Con i suoi pendii ripidi e la possibilità di osservare la vita sottomarina, tra cui barracuda e tonni, questi siti di immersione rappresentano uno spettacolo da non perdere. I visitatori che sbirciano all’interno delle caverne hanno l’opportunità di osservare una vasta varietà di specie. Devono solo assicurarsi di avere la macchina fotografica pronta!

11. Blue Hole (Dahab)

Il Blue Hole è uno dei più famosi siti per immersioni del Mar Rosso, ed è celebre anche come punto di riferimento per l’immersione in apnea, grazie alla profondità del mare e alla mancanza di correnti. È anche noto per la sua affascinante vita sottomarina e per la barriera corallina, che lo rendono il paradiso dei sub.

Per saperne di più visita http://www.egypt.travel/

L’Ente del Turismo Egiziano

L’Ente del Turismo Egiziano è stato fondato nel marzo del 1981, per ordine del decreto presidenziale No. 134 che approvava una raccomandazione del Ministro del Turismo. L’Ente si dedica alla promozione dell’Egitto come destinazione turistica di prima classe, in linea con la crescita del marketing turistico come disciplina autonoma e l’emergere di nuovi strumenti di promozione turistica. L’Ente ha risposto alla crescente concorrenza nel settore dei viaggi e del turismo attraverso l’adozione di una configurazione avanzata, in grado di agire in modo dinamico. L’assunzione di questa struttura è dovuta al crescente numero di nuove attraenti destinazioni e di compagnie aeree a basso costo e agli enormi progressi compiuti dall’industria delle compagnie aeree.

Per maggiori informazioni si prega di contattare:

Burson-Marsteller 

Maja Minino 02.72143.1 | Maja.minino@bm.com

Martina Rovelli 02.72143.1 | Martina.rovelli@bm.com