Gli arretrati
sfoglia o richiedi gli arretrati di Mete Magazine
Archivi

turismo

A Frasassi in arrivo studenti da mezza Italia

001_2853IL FASCINO DELLE GROTTE AMMALIA LE SCUOLE

Le Grotte di Frasassi affascinano gli studenti d’Italia. E’ appena cominciato il nuovo anno e già si contano migliaia di prenotazioni effettuate da molte regioni. E la stagione è ancora apertissima. Infatti il grosso delle gite didattiche si muove lungo la primavera, e molte prenotazioni vengono effettuate anche a ridosso del periodo d’interesse. Oltre agli istituti del comprensorio marchigiano sono le regioni del centro Italia ad aver scelto Frasassi come meta per le consuete visite didattiche: Toscana, Emilia Romagna, Umbria e Abruzzo in primis. Ma a sorpresa sono state registrate prenotazioni anche dalla Liguria e addirittura dalla Sicilia. 

Il fascino delle Grotte incanta gli studenti. Le prenotazioni arrivano da tutta Italia. E Frasassi torna nuovamente ad essere la meta del turismo didattico per gli istituti primari e secondari. Continua a leggere

Print Friendly, PDF & Email

Emozioni nella Lapponia svedese sconosciuta

image007destinazione accessibile a tutti: navigazione sul rompighiaccio, safari nella natura, incontro con le renne e i Sami e tante aurore boreali

La Lapponia svedese è una delle ultime aree d’Europa ancora incontaminata dove trascorrere dei soggiorni indimenticabili lontani dal turismo di massa, godendo la natura e il silenzio. I luoghi più conosciuti sono il parco nazionale di Abisko, uno dei posti migliori sulla terra per ammirare l’aurora boreale, e Jukkasjärvi, dove ogni inverno viene costruito il più grande albergo di ghiaccio al mondo, l’affascinante Icehotel. Ma la Lapponia svedese è molto vasta e offre tante destinazioni ancora sconosciute che offrono paesaggi stupendi, dal Golfo di Botnia ghiacciato, alle profonde foreste innevate, ai numerosi laghi e alle montagne dalle cime arrotondate verso il confine norvegese. Greggi di renne attraversano spesso le strade e con un po’ di fortuna si possono anche avvistare i maestosi alci. Continua a leggere

Print Friendly, PDF & Email

In Garfagnana, tra poesia, arte, tradizioni, lavoro

62917547-garfagnana-toscana-italia--chiesa-vecchia-di-gorfigliano-valle-del-serchio-lucca-la-via-della-croce- Castelvecchio Pascoli, Gorfigliano e Pietro Annigoni, Gramolazzo e le cave

GIAN LUIGI ZUCCHINI   –   Ora che siamo in autunno avanzato, sarebbe certamente interessante visitare l’Alta Garfagnana dai grandi paesaggi densi di boschi, che in questa stagione esibiscono i più bei colori della natura, dal verde cupo al rosso, al marrone, fino al giallo dorato. Questo angolo di Toscana si addossa alle Apuane, dove le cave di marmo risplendono al sole come ferite lucenti, ed è costellato di piccoli borghi e paesi, i quali a loro volta racchiudono piccoli tesori d’arte, di cultura, di artigianato artistico. Qui vogliamo citarne solo due, non dimenticando tuttavia che a pochi chilometri di distanza, più verso Lucca, il percorso tra i monti si allarga, per lasciare spazio all’ariosa piana del Serchio, il fiume lucchese e garfagnino per eccellenza; e proprio qui, di fronte a Barga, graziosa cittadina ricca di antica arte e di storia, trovò finalmente il suo nido e il suo ultimo riposo il grande poeta Giovanni Pascoli, sul piccolo colle di Caprona. Ma, passando oltre e risalendo la valle, si incontrano ad un certo punto due piccoli centri, a poca distanza l’uno dall’altro, che racchiudono alcune importanti testimonianze. Si tratta di Gorflgliano e di Gramolazzo. Continua a leggere

Print Friendly, PDF & Email
Sfoglia o richiedi gli arretrati
sfoglia o richiedi gli arretrati di Mete Magazine
Archivi